• 1

Modello Organizzativo 231

 

Il Modello di Organizzazione e Gestione, o anche Modello ex D.Lgs. 231/2001, indica un modello organizzativo adottato con la finalità di prevenire la responsabilità penale degli enti.

Il Decreto Legislativo n. 231/2001 definisce (art. 6, comma 2) il contenuto dei modelli di organizzazione e di gestione prevedendo che gli stessi devono rispondere – in relazione all'estensione dei poteri delegati ed al rischio di commissione dei reati – alle seguenti esigenze:

  • individuare le attività nel cui ambito possono essere commessi i reati;
  • predisporre specifici protocolli diretti a programmare la formazione e l'attuazione delle decisioni della società in relazione ai reati da prevenire;
  • individuare modalità di gestione delle risorse finanziarie idonee ad impedire la commissione di tali reati;
  • prevedere obblighi di informazione nei confronti dell'organismo deputato a vigilare sul funzionamento e sull'osservanza del modello organizzativo;
  • introdurre un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello organizzativo.

Nell'ipotesi particolare che il reato sia commesso dai soggetti sottoposti all'altrui direzione, la società non risponde se dimostra che alla commissione del reato non ha contribuito l'inosservanza degli obblighi di direzione o vigilanza.

In ogni caso, anche in questa ipotesi, la responsabilità è esclusa se la società, prima della commissione del reato, ha adottato ed efficacemente attuato un modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire i reati della specie di quello verificatosi. È opportuno in ogni caso precisare che l'accertamento della responsabilità della società, attribuito al giudice penale, avviene (oltre all'apertura di un processo ad hoc nel quale l'ente viene parificato alla persona fisica imputata) mediante:

  • la verifica della sussistenza del reato presupposto per la responsabilità della società;
  • il sindacato di idoneità sui modelli organizzativi adottati.

Il Modello Organizzativo 231 di prevenzione dei rischi costituisce uno strumento importante per l’azienda a livello organizzativo e gestionale perché offre all’impresa la possibilità di evitare grossi problemi e sanzioni importanti.

Il Modello 231 rappresenta certamente un investimento per l’azienda e si integra (non sostituisce o duplica o si sovrappone) con le principali norme ISO (qualità, sicurezza e ambiente, etc.).

Perché realizzare un Modello Organizzativo 231?

Il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto la responsabilità amministrativa delle Società, per i reati commessi a loro vantaggio o nel loro interesse. Le sanzioni previste per l’azienda che incorre in uno di questi reati sono davvero varie. Si va da sanzioni pecuniarieche possono arrivare oltre a un milione di euro, al sequestro del profitto illecito, a sanzioni interdittive, ben più gravi, dell’attività, oppure al divieto di contattare con la PA, oppure alla soppressione o revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni ed altre ancora.

La norma dettata dal D.Lgs. 231/2001 tuttavia offre all’impresa una condizione esimente, per evitare queste pesanti sanzioni.

Perché affidarsi alla consulenza di S.I.S. S.r.l.?

Affidarsi a S.I.S. S.r.l. significa affidarsi ad un consulente altamente formato che, unitamente ai Responsabili Aziendali, provvederà ad analizzare, valutare, implementare procedure già presenti nell’organizzazione aziendale al fine di non stravolgere i processi già appresi dai dipendenti ma di adeguarli alla normativa; nonché provvederà alla realizzazione delle procedure più affini alle attività sempre nel rispetto della normativa cogente.

 

Dubbi? Domande?

Contattaci ai nostri recapiti senza impegno!

S.I.S. srl
Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli Isola E1
80143 Napoli
P.IVA 05635441214

Telefono: 08119721691
E-mail: segreteria@srlsis.it
form contatti